Il Dynamic Pricing è una strategia di prezzo ormai largamente diffusa nel mondo dei parchi di divertimento. Dopo mesi di test, dal 16 ottobre i parchi Disney  introdurranno il nuovo sistema di Dynamic Pricing per i biglietti.La novità introdotta dai Disney Parks della Florida è un’evoluzione del modello basato sulla data introdotto due anni fa per far fronte alla necessità di distribuire al meglio i flussi di visitatori: “Poiché i nostri parchi sono aumentati di popolarità, ci sono sempre più ospiti che desiderano sperimentare le nostre attrazioni di livello mondiale – ha dichiarato la portavoce di Disney Jacquee Wahler – l’introduzione di biglietti e prezzi basati sulla data ci consentirà di distribuire meglio le presenze durante tutto l’anno, in modo da poter continuare a migliorare e offrire una grande esperienza ai visitatori”.

 

Walt Disney World Resort Introduces New Online Destination For Vacation Planning, Date-Based Tickets

Il biglietto a prezzo dinamico è una realtà in crescita anche nei parchi Italiani e, in occasione dei Parksmania Award che si terranno a Leolandia il 4-5 ottobre, l’amministratore delegato di Zoomarine Renato Lenzi ha scelto di dedicare un suo intervento a questo tema alla luce dei risultati ottenuti con l’utilizzo di questa strategia nel parco di Torvaianica.

Nel seminario del 5 ottobre sui parchi di divertimento Lenzi terrà un intervento dal titolo Prezzo Dinamico, integrato in un sistema esistente di promozioni – Integrare l’offerta della biglietteria online con l’introduzione di una biglietteria gestita da un algoritmo che crea un prezzo dinamico. Il case history 2018 di Zoomarine.